Storia

All'inizio degli anni  '70,  alcuni Gruppi ed Associazioni già presenti ed operanti nel settore ceramico italiano, proposero la fondazione di una Associazione culturale, al fine di promuovere, coordinare e potenziare le diverse iniziative a servizio e a supporto dell'industria ceramica  italiana. 
Il  15 gennaio 1972 , a Bologna, venne elaborato lo Statuto della nuova Società ed eletto  un Consiglio Direttivo pro - tempore che, nella successiva riunione del 29 gennaio 1972, nella Residenza Municipale di Faenza, ratificò definitivamente lo Statuto alla presenza di un Notaio e procedette all'Atto Costitutivo  della: " SOCIETA'   ITALIANA  PER   LA  CERAMICA ".
Il 20 maggio dello stesso anno, si riunì a Modena l'Assemblea Straordinaria della Società, durante la quale venne discusso ed approvato il regolamento interno e venne eletto il primo Consiglio Direttivo regolare. 
L'originaria denominazione:  " Società Italiana per la Ceramica ", rimase tale fino al  9 giugno 1973 quando fu indetta a Modena  l'Assemblea Ordinaria e Straordinaria della Società, per procedere alla revisione dello Statuto, derivante dalla volontà, espressa nelle precedenti Assemblee, di realizzare l'unificazione con l'Associazione parallela: - ASSICERAM -  ASSOCIAZIONE ITALIANA DELLA CERAMICA  di Milano. 
Al termine della riunione che sancì la fusione  fra le due Associazioni, venne nominato un nuovo Consiglio Direttivo per il triennio  1973 - 1976.  

Successivamente, a metà degli anni  '80, le Società Ceramiche di svariati Paesi Europei , trovarono la propria sede di riferimento e coordinazione nella   - EcerS - European Ceramic Society e, quindi, anche in Italia, si cercarono le condizioni per un incontro fra le varie componenti culturali del diversificato e complesso settore dei materiali ceramici. 
Un gruppo di lavoro ad hoc istituito, preparò  un nuovo " Statuto della Società Italiana per la Ceramica- Assiceram ", che l'Assemblea dei Soci, in data  10 giugno 1989, adottò e la nuova Associazione nata dalla fusione, assunse il nome di SOCIETA'  CERAMICA  ITALIANA.
In una Conferenza Nazionale, svoltasi a Bologna il 19 Dicembre  1989, sotto il patrocinio del Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica, della European Ceramic Society, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e di altri importanti Enti ed Associazioni, fu sancita ufficialmente la struttura della nuova Società.

All'inizio del 1999 il Consiglio Direttivo dell'Associazione, ritenendo che lo Statuto non fosse più in linea con i tempi e che la Società dovesse darsi un'organizzazione più consona alle attuali condizioni operative, ha istituito una Commissione per verificare le reali necessità e per definire le modifiche e gli aggiornamenti da portare. Il lavoro svolto dalla Commissione, ha portato a variazioni sostanziali dello Statuto e ad un successivo Regolamento di attuazione, entrambi approvati dall' Assemblea dei Soci  tenutasi a  Modena il 16 Ottobre 1999.  La  SOCIETA' CERAMICA  ITALIANA è costituita, per la maggioranza, da operatori del settore industriale e da studiosi provenienti dalla ricerca scientifica e tecnologica. 
Le attività svolte dalla Società Ceramica Italiana sono sempre state basate su un forte contributo di volontariato dei Soci, i quali si  impegnano a focalizzare e a dibattere i problemi gestionali, tecnici e scientifici del settore, con lo scopo fondamentale di promuovere e migliorare la diffusione della tecnologia ceramica. 
I programmi svolti dai ben noti  " Gruppi di Lavoro " hanno  portato ad anticipare tematiche la cui importanza si è poi rilevata fondamentale in tempi successivi; tra tutti basta ricordare:  

"Inquinamento e protezione ambientale ";  
"Evoluzione dei costi e dei ricavi nel settore delle piastrelle" (conosciuta e da tutti apprezzata) che è giunta alla sua  8° edizione. 
Sono stati eletti dall'Assemblea dei Soci i seguenti Soci Onorari

NOME            COGNOME         NAZIONE          SETTORE        NOMINA
NORMAN          ASTBURY      Gran Bretagna       Ricerca          1972
HUGO            DIETZEL        Germania          Ricerca          1972
MAURIZIO        KORACH         Ungheria          Ricerca          1972
YVES            LETORT         Francia           Ricerca          1972 
G. BATTISTA     ZANCHI          Italia          Produzione        1974
GIUSEPPE        LIVERANI        Italia            Storia          1974 
CARLO           ZAULI           Italia            Arte            1991
ROMANO          PRODI           Italia           Ricerca          1991
ALDO            TOGNANA         Italia          Produzione        1992 
ANTONINO        DAL BORGO       Italia           Ricerca          1992
MARIO           BERTOLANI       Italia           Ricerca          1992
IBRAHIM         BODUR           Turchia         Produzione        1995
FILIPPO         MARAZZI         Italia          Produzione        1995
GIACOMO         PECO            Italia          Produzione        1995
CLAUDIO         LUCCHESE        Italia          Produzione        1997
CLAUDIO         SASSI           Italia          Produzione        1997
ROMANO          CIPOLLINI       Italia          Produzione        1997 
GIUSEPPE        GRUNGO          Italia          Refrattari        2011

Dalla fine degli anni sessanta al 1999 sono state attive cinque delegazioni territoriali : Sassuolo, Romagna (sede a Faenza), Italia Nord Ovest (sede a Novara), Italia Centrale (sede a Civita Castellana) e Italia Meridionale (sede a Napoli- Capodimonte) L'attività della Associazione inizialmente prevedeva alcune sezioni tematiche : Produzione e Marketing, Impiantistica, Ricerca e Didattica.

 
L' Associazione, fin dalla sua origine, ha cercato di coinvolgere nelle sue attività tutti gli Enti e le Associazioni, pubbliche e private, del Settore ceramico, ed è documentato come TECNARGILLA  ed  A.C.I.M.A.C. abbiano trovato  le loro origini proprio in seno alla Società Ceramica Italiana . 
In particolare, per quanto riguarda TECNARGILLA, l' Associazione ha contribuito in maniera determinante alla scelta dei programmi e delle tematiche relative alle attività    " tecniche "  di contorno a quelle prettamente commerciali, istituendo le  "GIORNATE DEL TECNICO " durante le quali venivano presentati e dibattuti argomenti di forte attualità. 

Nel  1989 , la Società Ceramica Italiana ha istituito, al fine di ricordare il suo  1° Presidente, personalità nota in tutto il mondo ceramico, il  " Premio Internazionale  ALDO  VILLA  ". Tale Premio, su giudizio di una Commissione nominata dal Consiglio Direttivo, viene assegnato ad una personalità italiana o straniera, che abbia contribuito allo sviluppo della Ceramica, sia nel campo  della Ricerca  che della Produzione.  Nel 2001 la Società ha istituito il "Premio LEOPOLDO CINI", allo scopo di ricordare la fondamentale figura del prof. Cini: per 22 anni Presidente dell'I.Cer.S.
 


L'Associazione si è pure fatta promotrice dell'assegnazione di altri premi, intitolati a ceramisti e imprenditori della ceramica, quali il "Premio Lucchese", in collaborazione con la Florim, il "Premio Marazzi", in collaborazione con la Ceramiche Marazzi, i Premi intitolati a Giacobazzi e a Maurizio Korach, il "Premio ANDIL-ICerS", in collaborazione con la ANDIL-Assolaterizi.

 
Il contributo dato dalla SOCIETÀ CERAMICA ITALIANA allo sviluppo della ceramica italiana attraverso le sue molteplici attività, ha fatto acquisire all'Associazione una credibilità che le permette di essere un punto di riferimento culturale sia per il mondo ceramico italiano, sia per le analoghe associazioni estere. La Società ha organizzato nel 1995 a Riccione per conto della European Ceramic Society la IV Conferenza della ECerS che ha avuto un successo ineguagliato riunendo oltre 800 partecipanti che hanno presentato contributi scientifici raccolti in 14 volumi degli Atti del Convegno.
 


Questo sito web utilizza i "cookies". Proseguendo nella navigazione del sito, si autorizza l’uso dei cookies in conformità alla nostra politica sui cookies. Per saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookies clicca qui.

accept cookie policy